Balbuzie esercizi di respirazione

Balbuzie esercizi di respirazione aiutano a superare il blocco?

Balbuzie esercizi di respirazione possono aiutare a controllare il problema? È possibile che la gestione del respiro influisca sulla fluenza della persona balbuziente?

Esistono tecniche basate sul rilassamento e sugli esercizi di respirazione, che vengono a volte utilizzate dalle persone che balbettano per controllare la loro disfluenza. Il presupposto su cui ci si basa è che la balbuzie sia una questione di ansia e di respirazione alterata, per cui ciò che bisogna fare è calmarsi, attraverso il controllo del respiro.

L’ansia, la paura e la gioia fanno però parte della nostra vita quotidiana! Tant’è che la maggior parte delle persone parla fluidamente, senza balbettare, pur provando agitazione, spavento o felicità. Questo fatto ci indica quanto il respirare sia un atto naturale, che il nostro corpo compie per noi.

Purtroppo, quindi, non è pensabile che per non balbettare si debba essere sempre calmi e rilassati o controllare la respirazione in situazioni di ansia elevata.

Immaginiamo di essere gli unici testimoni di un incidente stradale. Le persone coinvolte sono ferite gravemente, noi siamo sconcertati dall’accaduto, ma dobbiamo chiamare i soccorsi SUBITO, ORA, in preda all’angoscia. Non possiamo attendere di essere calmi e fare esercizi di respirazione, ma dobbiamo poter comunicare fluidamente anche in preda a emozioni forti.

Balbuzie esercizi di respirazione: sono la soluzione?

Per la balbuzie gli esercizi di respirazione, quindi, pur essendo molto utili al benessere complessivo della persona e ad aiutare a calmare la mente nei momenti di ansia, non rappresentano la soluzione per risolvere la balbuzie.

Si pensa spesso, infatti, che la balbuzie sia un problema di linguaggio o di respirazione, mentre la realtà è che il blocco della parola si presenta e, viene percepito, nella mente di chi balbetta, il quale è consapevole anche del momento esatto in cui si presenterà l’inceppo. Se fosse un problema solo di respirazione, chi balbetta tenderebbe ad avere un’alterazione nel respirare ogni volta che parla, mentre questa alterazione di respiro che alcune volte è associata alla manifestazione di disfluenza, si ha proprio quando la persona percepisce già dentro di sé che non riuscirà a dire una lettera o una parola.   

La disfluenza avvertita dalle persone che ascoltano, non è altro che la migliore soluzione che la persona ha trovato, in quel momento, per superare il blocco percepito nel pensiero.

Anche il training autogeno, metodo di auto rilassamento basato su un atteggiamento di distensione passiva e di auto concentrazione, può aiutare di certo ma non è in grado di risolvere il problema. Ci saranno sempre situazioni impreviste in cui è difficile mantenere la calma e la concentrazione riportando il problema in superficie.

Questi metodi possono essere utilizzati da tutti perché danno la possibilità di fare un lavoro interiore, di concentrazione e di consapevolezza di sé molto importante, non possono però risolvere definitivamente la balbuzie.

In più, ciò che fa davvero la differenza per superare la disfluenza è andare a lavorare sulla rieducazione dei suoni, che la balbuzie altera in maniera innaturale. Riappropriarsi dei suoni ed averne il controllo allontana il pensiero che possa sopraggiungere un inceppo.

Superare la balbuzie con gli esercizi di respirazione? Il punto di vista di Psicodizione

Arrivati a questo punto dobbiamo chiederci se per la balbuzie gli esercizi di respirazione siano utili o meno a superare il problema.

Il nostro obiettivo, in Psicodizione, non è solo l’eliminazione dei blocchi. Il lavoro che facciamo mira a potenziare le abilità che ci rendono dei buoni comunicatori.

La balbuzie, infatti, si risolve attraverso un cambiamento a livello sia cognitivo che comportamentale e attraverso l’acquisizione di strumenti appropriati che consentono di eliminare la percezione del blocco in mente e rendere la comunicazione fluida anche nei momenti di ansia.

Durante il percorso lavoriamo molto sullo stare con l’altro e sul gustarsi il miglioramento della propria comunicazione. La paura di parlare ed esprimersi si sconfigge proprio rimanendo ben radicati, presenti ed imparando ad utilizzare le emozioni a proprio vantaggio, che si tratti di ansia, timore del giudizio, fretta, imbarazzo o gioia.

Visita il nostro sito Psicodizione troverai le testimonianze di molte persone che oggi possono dirsi ex balbuzienti!