“Mio figlio ha iniziato a balbettare”: timori e domande di un genitore preoccupato

Quale meraviglia è per un genitore ascoltare la prima parola del proprio bambino! Quella vocina che fino a qualche giorno prima era in grado di emettere solo qualche suono, oggi pronuncia delle parole. Diventa una gioia ascoltarlo quando, con gli occhioni spalancati, racconta di quel nuovo amichetto incontrato al parco o del grande gatto bianco che ha visto nella casa accanto. Poi, all’improvviso, da un giorno all’altro, il bimbo inizia ad avere delle ripetizioni nei suoni, degli inceppi all’inizio di alcune parole e comincia a balbettare.

Leggi di piu’
Psicodizione_Sfogliando le nostre pagine: il dono delle persone incontrate in questo anno

Sfogliando le nostre pagine: il dono delle persone incontrate in questo anno

Cosa porti con te di questa esperienza? Cosa hai ottenuto dal corso?
È consuetudine, il penultimo giorno, lasciare alle persone che hanno partecipato qualche minuto per scrivere, nero su bianco, le proprie riflessioni sul percorso che stanno compiendo, sulle emozioni provate, i timori superati e quelli su cui dovranno ancora lavorare un po’, sui risultati ottenuti e quelli che si aspettano di raggiungere.

Leggi di piu’

Ed Sheeran insieme ad Elton John per illuminare il natale con la musica

Da bambino che balbetta all’Olimpo dei Grammy

In questi giorni spopola su web il video del backstage di “Merry Christmas”, il singolo natalizio cantato da Ed Sheeran ed Elton John – due tra le maggiori star musicali del Regno Unito – che in pochissimo tempo ha scalato le classifiche britanniche posizionandosi al primo posto.

LEGGI DI PIÙ
balbuzie emotiva bambini

La balbuzie emotiva nei bambini di cosa si tratta?

Si può parlare di balbuzie emotiva? La balbuzie è un disturbo complesso che riguarda la sfera cognitivo comportamentale e interferisce sulla fluidità del linguaggio. Nello specifico, si tratta di un disturbo multifattoriale del neurosviluppo, le cui cause rientrano in un quadro complesso e al quale concorrono, appunto, diversi fattori: fisiologici, linguistici, ambientali e psico-emotivi.

Leggi di più
dislessia da cosa dipende

Dislessia: parliamo di un disturbo specifico dell’apprendimento

La dislessia è un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo – come indicato dall’Associazione Italiana Dislessia – la quale  specifica che i DSA riguardano, inoltre, la capacità di scrivere (disortografia e disgrafia) e calcolare (discalculia) in modo corretto e fluente e che essi si manifestano con l’inizio della scolarizzazione. Per questo motivo, una diagnosi di dislessia può essere formulata a partire dal termine della seconda elementare.

Leggi di più
paura di parlare in pubblico

La paura di parlare in pubblico: come superare questa temibile prova?

La paura di parlare in pubblico o in situazioni che generano ansia è una condizione che può limitare significativamente la vita lavorativa e privata di una persona. Sentirsi limitati o, addirittura, arrivare ad avere timore di parlare davanti ad altre persone può generare uno stato di insoddisfazione e bassa autostima, può perfino portare a rinunciare ad avanzamenti di carriera o a esporre argomenti rilevanti, perché certi di non riuscire a superare l’impatto con il pubblico.

Leggi di più
logopedia bambini balbuzienti

La logopedia per bambini balbuzienti un aiuto concreto

La logopedia per bambini balbuzienti è una terapia specifica per aiutare in modo concreto a ridurre gli effetti del disturbo della balbuzie. Chi ha questa problematica, infatti, manifesta arresti involontari, ripetizioni e prolungamenti di suono durante l’eloquio, che rendono faticoso sostenere un discorso. La logopedia, quindi, mira a far apprendere strategie funzionali per sviluppare la comunicazione in maniera più efficace.

Leggi di più
1 2 3 4 8